Aiutiamo la Siria!
Aiutiamo la Siria!

1000 scarpe ad Aleppo

Aleppo è la seconda città della Siria ed ha circa tre milioni di abitanti. Benché il conflitto sia iniziato in Siria nel marzo del 2011, fino al 23 luglio 2012 è stata quasi del tutto risparmiata dagli scontri. Quel giorno i ribelli hanno invaso metà della città, cioè tutti i quartieri periferici.

 

Da quel momento la città è divisa in due cerchi concentrici: il cerchio esterno è in mano ai ribelli, quello interno alle forze governative. Da più di due anni le due parti si combattono senza sostanzialmente guadagnare nuove posizioni. Aeroporto e autostrada sono chiusi dal dicembre 2012; di fatto i ribelli controllano tutti gli accessi della città; gli abitanti non possono lasciarla o ritornarvi salvo occasionalmente quando funziona una strada di fortuna. Lo stesso vale per le derrate alimentari, il carburante, etc. si contano circa 500.000 sfollati che hanno abbandonato i quartieri occupati dai ribelli per stabilirsi in quelli sotto il controllo governativo.

 

La fornitura di acqua ed elettricità (razionata) è spesso interrotta, come anche il collegamento a internet; in particolare la sospensione dell’acqua protrattasi anche ininterrottamente per una settimana ha creato gravissimi problemi agli abitanti. Ogni giorno cadono proiettili sulle due parti, provocando numerose vittime e danni materiali ingenti.

Le attività dei Fratelli Maristi (conosciuti come “Maristi Blu”) di Aleppo si sono organizzate attorno a due direttrici: il soccorso alla popolazione e l’attività pedagogica.

Il primo settore di attività comprende la distribuzione mensile del “Paniere della Montagna” per gli sfollati del quartiere Djabal Al Sayda, (Djabal in arabo significa montagna), un pacco che comprende generi alimentari, capi di vestiario, bombole del gas e altri beni di prima necessità; analoga distribuzione avviene anche a favore degli abitanti del quartiere di Midane.

Ogni giorno viene inoltre organizzata la distribuzione di un pasto caldo per circa 350 persone; per 45 nuclei familiari si provvede al pagamento dell’affitto di una piccola casa. Queste attività raggiungono un totale di 530 famiglie.

 

Attraverso il progetto “Feriti di guerra” vengono infine offerte cure gratuite (nel migliore ospedale privato della città) ai civili feriti gravemente a seguito di esplosioni o di spari dei cecchini; i due soli ospedali pubblici ancora in attività ad Aleppo non sono in grado di affrontare le situazioni di maggiore gravità.

L’attività pedagogica comprende i due programmi “Imparare a crescere” e “Io voglio imparare” rivolto a 280 bambini cristiani e musulmani in età prescolare (3-6 anni); una ventina di bambini di età 7-13 anni che per ragioni varie non frequentano la scuola si riuniscono la mattina per un corso base di lettura, scrittura e matematica.

Le mamme di questi bambini (20 - 35 anni) sono impegnate quattro mattine a settimana nel programma “Tawassol” (comunicare) che prevede corsi di inglese, informatica, pedagogia e lavori manuali.

Completano il quadro la “Skills School” per gli adolescenti e il M.I.T. (Marist Institut for Training), un corso di formazione per adulti che verte sui temi della gestione delle risorse umane, organizzazione del lavoro, comunicazione, etc.

Il progetto di AIULAS ha l’obiettivo di reperire i fondi necessari all’acquisto di 500 paia di scarpe per altrettanti bambini di età fino ai 16 anni individuati dai Fratelli Maristi. Un paio di scarpe di buona qualità, che permetta a questi bambini di non affrontare l’inverno scalzi o in ciabatte. Le calzature saranno acquistate da fabbriche locali e ciò darà un piccolo aiuto all’economia della zona.

 

Preventivo del progetto:

Costo unitario per un paio di scarpe 14 €
Costo totale per 500 paio di scarpe 7.000 €

Per concorrere alla realizzazione del progetto è possibile inviare un contributo a:

Aiutiamo la Siria! – ONLUS

Banca Popolare Etica – Filiale 4, Roma

Conto corrente bancario 177173

IBAN      IT85 H050 1803 2000 0000 0177 173

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Aiutiamo la Siria! - Onlus (AIULAS) Codice Fiscale: 97797420581

Conto corrente bancario presso Banca Etica

IBAN: IT85 H050 1803 2000 0000 0177 173

info@aiulas.org