Aiutiamo la Siria!
Aiutiamo la Siria!

Aleppo, progetto salute 2°anno 

Perché un’assicurazione sanitaria?

 

Scrive Padre  Elias Yeghiche Janji (referente ad Aleppo del Progetto) “ Aleppo ha cominciato il 6° anno di crisi, come è noto i cristiani in maggioranza hanno abbandonato le loro case, andando verso altre città siriane o scappando via fuori in Europa, cercando di trovare la pace e di scappare dalle bombe. Molti mi hanno detto “Ho perso il mio lavoro e la mia casa, e devo ricominciare da zero; perché non andarmene fuori a ricominciare un’altra vita?”. Queste persone hanno un sogno: che i paesi esteri offrano loro braccia aperte e solidarietà sperando che non siano anch’essi in crisi. 

Le persone che sono rimaste qui sono o quelli più poveri che non hanno i mezzi o i soldi per fare niente e hanno perso la loro fiducia nella vita, o quelli che hanno degli interessi per la continuazione della guerra perché guadagnano  soldi e sono diventati mercanti della guerra; ci sono altri ancora che pur avendo la possibilità di  scappare  non vogliono farlo  perché credono che la nostra esistenza dipende dalla solidarietà che noi viviamo qui ad Aleppo e perché amano la loro città più di ogni altra cosa.

Vivendo nella parrocchia, tante persone vengono a chiedere soldi per mangiare, ma sono ancora di più quelli che chiedono i soldi per andare dal medico o per fare le analisi o per comprare le medicine. Allora ho pensato di aiutarli non solo dando i soldi, ma facendo questa assicurazione sanitaria che copre tutto il loro bisogno arrivando a coprire anche le donne in gravidanza.

 

Che tipo di situazioni vorremmo aiutare?

 

  1. persone che vivevano in quartieri poveri e le loro case sono state distrutte; hanno preso una casa in affitto, ma poiché  non c’è tanto lavoro e il loro salario non basta, possiamo aiutarli pensando alla loro salute;
  2. famiglie che hanno 5 membri (3 figli a scuola) e con il padre in cerca di lavoro perché ha perso il precedente;
  3. persone anziane che i loro figli hanno abbandonato per scappare via dalla guerra;
  4.  giovani i cui genitori sono morti durante la guerra e vivono con altri parenti in situazione precaria;
  5.  vedove che hanno dei bambini”.

 

La compagnia assicuratrice che emetterà le polizze è la:

ADONIS INSURANCE CO – SYRIA (ADIR).

 

 

Nel corso del 1° anno grazie alle polizze sanitarie stipulate (come da allegato, aggiornato al 13 giugno) :

 

 

 

 

- 46 persone hanno potuto effettuare analisi o esami radiologici

 

- 65 persone hanno effettuato una visita specialistica

 

- 75 hanno ricevuto una o più volte medicinali dalle farmacie

 

- 16 persone hanno utilizzato ricoveri ospedalieri (tra cui due nascite: Georges e Patile)

 

 

Preventivo del progetto Aiulas

Descrizione

Costo totale

(€)

Acquisto di 111 polizze sanitarie annuali 5.300,00
Spese bancarie per invio bonifico 35,00
TOTALE  5.335,00

Per concorrere alla realizzazione del progetto è possibile inviare un contributo a:

 

Aiutiamo la Siria! – ONLUS

Banca Popolare Etica – Filiale 4, Roma

Conto corrente bancario 177173

IBAN      IT85 H050 1803 2000 0000 0177 173

BIC        CCRTIT2T84A

 

oppure fare una donazione con carta di credito o tramite Paypal

 

 

 

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Aiutiamo la Siria! - Onlus (AIULAS) Codice Fiscale: 97797420581

Conto corrente bancario presso Banca Etica

IBAN: IT85 H050 1803 2000 0000 0177 173

info@aiulas.org