Aiutiamo la Siria!
Aiutiamo la Siria!

Rapporto conclusivo

PROGETTO REALIZZATO IN COLLABORAZIONE CON IL CENTRO DI COOPERAZIONE MISSIONARIA TRA LE CHIESE DELLA DIOCESI DI ROMA

Sintesi del Rapporto finale inviato da P. Abdo Raad, Presidente dell’Associazione Annas Linnas (Libano).

“L’associazione italiana AIULAS rappresentata dal suo presidente Sig. Francesco Giovannelli, ha deciso di mandare aiuti per i rifugiati in Libano. Questa decisione è stata accettata con piacere dall’associazione Annas Linnas che opera presso i rifugiati siriani palestinesi, siriani, e irakeni in Libano e in Siria.

AIULAS ha organizzato una raccolta di materiale scolastico in Italia e ha mandato Questo materiale in Libano con la MEA. Annas Linnas ha preso il carico di ritirare il materiale dall’aeroporto libanese e distribuirlo ai rifugiati.

 

Distribuzione:

Annas Linnas dopo avere ritirato il materiale ha fatto tre distribuzioni.

 

La prima è stata giovedì 12-3-2015 in una scuola di pomeriggio fatta specialmente per i rifugiati a Sin Elfil, nel monte Libano, una periferia di Beirut molto popolata dai poveri libanesi e stranieri. Questa scuola contiene quasi 450 bambini siriani e irakeni. La scuola è stata organizzata dal patriarcato della chiesa siriaca cattolica in Libano. La scuola ha bisogno di tante riparazioni e equipaggiamenti. I bambini hanno bisogno di tutto.

 

 

La seconda distribuzione è stata fatta il 16-3-2015 ai bambini siriani nel villaggio di Joun, vicino a Saida, un villaggio che contiene quasi 900 rifugiati. Tanti bambini in questa zona non hanno potuto entrare nelle scuole, perché non hanno neanche la possibilità di pagare il trasporto per arrivare alle scuole. Questa distribuzione è stata fatta durante una distribuzione di viveri sulle famiglie.

 

 

 

Una terza distribuzione ha avuto luogo il 16-3-2015, lo stesso giorno in un centro sociale diretto dallo stato, per bambini siriani di due scuole pubbliche Darya e Anout, nel Iklin Elkharroub, dopo una distribuzione di scarpe su questi bambini stessi e dopo un teatro educativo presentato da Annas Linnas per questi bambini. Qui sono stati distribuiti alcuni zaini su alcuni bambini, giacché la quantità non basta per tutti. Il numero dei bambini nelle 2 scuole e quasi 200.

 

 

Beneficiari e risultati

 

I beneficiari diretti sono i bambini stessi, e quelli indiretti sono i genitori e le scuole. I risultai di questo aiuto sono stati molto positivi sia per i bambini stessi sia per loro genitori sia per le direzione delle scuole.

Materialmente, quest’aiuto è molto piccolo di fronte ai bisogni molto grandi. Si parla di 400.000 bambini rifugiati a maggioranza siriani, in Libano che sono sulle strade fuori scuola. Nonostante, questo aiuto è positivo anche a livello morale perché ha reso gioiosi i bambini, ed e arrivato nel mese di Marzo il mese in cui si festeggia in Libano la madre e i bambini. I rifugiati hanno ringraziati felicemente AIULAS e il popolo italiano perché hanno sentito la loro presenza nei momenti difficili.

I beneficiari hanno sperato in aiuti futuri più grandi, e hanno lanciato un appello al mondo per non dimenticare la loro grande miseria di cui non sono per niente responsabili.

 

Difficoltà

 

La più grande difficoltà nel progetto era il ritirare questo aiuto dall’aeroporto. Il fatto di ritirare merce diventa un lavoraccio faticoso Per la dogana poco importa se sono aiuti non pagati o meno. Importa per la dogana prelevare soldi!! Visto che questa cartoleria non è accompagnata da una fattura, la dogana ha messo il prezzo che vuole e ha preso tasse su questo prezzo.

 

AIULAS non è rimasta mani chiuse di fronte a ciò. Una difficoltà è anche il numero così grande dei bisognosi. Quando si va a distribuire per 100 bambini si vedono più di 1000 bambini sul luogo, che hanno bisogno di tutto… e tantissimi famiglie che hanno bisogno di tutto.

 

Conclusione

       

Un grande ringraziamento parte dal cuore di questi rifugiati per gli amici italiani e per AIULAS. E una preghiera parte verso il cielo chiedendo a Dio di dare la pace a questo mondo. La speranza nell’amore resta più grande nonostante tutte le guerre e la violenza.”

 

 

Resoconto economico del progetto

Uscite Entrate
Tassa affissione e volantini € 40 Centro di Cooperazione Missionaria tra le chiese della Diocesi di Roma 900
Spedizione aerea €900 Fondi AIULAS 790
Spese sdoganamento e ritiro merce €680    
Spese bancarie €70    
TOTALE 1.690 TOTALE 1.690

Roma, 31 marzo 2015

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Aiutiamo la Siria! - Onlus (AIULAS) Codice Fiscale: 97797420581

Conto corrente bancario presso Banca Etica

IBAN: IT85 H050 1803 2000 0000 0177 173

info@aiulas.org