Aiutiamo la Siria!
Aiutiamo la Siria!

Gasolio per l'Ospedale italiano di Damasco

L’Ospedale di Damasco, di proprietà dell’ANSMI, ha iniziato la sua attività nel 1913 sotto la direzione delle Suore salesiane della Congregazione delle “Figlie di Maria Ausiliatrice”. E’ collocato in un edificio nel quartiere di Mazraa, al centro della capitale siriana ed è dotato di 57 posti letto. Nel 1992 è entrato in funzione un nuovo padiglione dotato tra l’altro di sei sale operatorie, locali per la radiologia e l’ecografia, un reparto per la MOC ed un reparto di pronto soccorso in funzione 24 ore al giorno. Dal 1988 al 2008 è stata completata la totale ristrutturazione del vecchio edificio grazie anche agli aiuti forniti dalla Cooperazione italiana.

 

Si tratta di un’istituzione che fin dall’inizio ha curato la popolazione senza alcuna distinzione, si è occupata negli anni dei profughi palestinesi, poi di quelli iracheni e oggi, oltre a curare le vittime della violenza in corso nel paese, costituisce anche un punto di riferimento per tante famiglie in difficoltà colpite dal conflitto.  

 

Ci ha scritto Suor Anna Maria Scarzello, responsabile della struttura, con la quale abbiamo un contatto diretto e continuo:

 

“Carissimi amici di AIULAS con gioia vi mando un saluto e un vivo ringraziamento per la vostra generosità in venire in aiuto ai nostri fratelli siriani. Constatiamo che il 90% dei siriani vive sotto la soglia della povertà. Il reddito medio del siriano è di circa 20000 a 35000 mila lire al mese che equivale a ($ 36 a $ 64) mentre i prezzi sono aumentati equivalente a 10 volte quello che era prima della guerra, percio l’alto costo delle materie e i tasso di cambio nei confronti del dollaro in lira siriana, hanno deteriorate le condizioni di vita del cittadino siriano in un modo notevole e il consumo degli alimenti basici è diventato limitato per le famiglie povere.

La disoccupazione ha raggiunto quasi l’80% tra i siriani, invece quelli che hanno lavoro, cercano un secondo lavoro per affrontare i bisogni della famiglia. Per quanto riguarda i prezzi dell’alimentazione è aumentato di almeno il 25%”.

 

Tra le spese che l’Ospedale deve sostenere per il suo funzionamento notevole è quella per l’acquisto del gasolio indispensabile per il riscaldamento e soprattutto per il funzionamento dei generatori che entrano in funzione durante le frequentissime interruzioni di fornitura della corrente elettrica.

 

“Mi sono informata sul prezzo del gasolio: per ogni mese (invernale) acquistiamo 15.000 litri; per i mesi estivi 6.000. Il costo di un litro è 183 lire siriane; 15000 litri fanno 2.745.000 Lire siriane e in dollari fanno 5083$; 6.000 litri costano 2033$”

 

 

Il terzo progetto di AIULAS a favore dell’Ospedale italiano di Damasco prevede l’invio di un contributo per l'acquisto del gasolio per due mesi, uno invernale ed uno estivo. 

 

 

 

Preventivo del progetto AIULAS

Descrizione

Costo totale

(€)*

Acquisto di 21.000 litri di Gasolio 6.720,00
Spese bancarie 35,00
TOTALE  6.755,00

*al tasso di cambio attuale

Per concorrere alla realizzazione del progetto è possibile inviare un contributo a:

 

Aiutiamo la Siria! – ONLUS

Banca Popolare Etica – Filiale 4, Roma

Conto corrente bancario 177173

IBAN      IT85 H050 1803 2000 0000 0177 173

BIC        CCRTIT2T84A

 

oppure fare una donazione con carta di credito o tramite Paypal

 

 

 

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Aiutiamo la Siria! - Onlus (AIULAS) Codice Fiscale: 97797420581

Conto corrente bancario presso Banca Etica

IBAN: IT85 H050 1803 2000 0000 0177 173

info@aiulas.org